Green, Distributori Automatici e Pubblica Amministrazione: nuovi criteri UE

appalti green criteri europei

A fine Settembre 2019 la Commissione Europea ha diffuso l’ UE green public procurement criteria for food, catering services and vending machines, ovvero i nuovi criteri ambientali per gli appalti di fornitura servizi di ristorazione e distribuzione automatica nella Pubblica Amministrazione.

L’Italia ha già un proprio disciplinare in merito, per cui può fare riferimento a questi nuovi criteri per confrontare e aggiornare i propri.

Infatti, questi criteri non rappresentano vere e proprie regole da seguire, ma sono indicazioni di pratiche da applicare e seguire secondo la propria volontà da parte dalla PA, nell’affidamento dei servizi di ristoro.

Quali sono i principali punti di interesse “green” per il settore vending?

Per i prodotti BIO, vengono richiesti due “controlli”:

  • la richiesta da parte della PA della dimostrazione che tutti gli alimenti e bevande forniti siano conformi agli standard, ovvero al regolamento CE n. 2018/848 (e modifiche successive).
  • la verifica, in fase di definizione del contratto, da parte della PA che almeno il 44% dei prodotti presenti nei distributori automatici siano di provenienza bio.

Per i consumi energetici, l’installatore deve fornire alla PA le schede tecniche delle vending machines che dimostrino la conformità delle macchine ai requisiti EN 50597 e al protocollo dei consumi energetici, valido sia per le macchine del freddo che per quelle del caldo.

Inoltre, i DA installati devono essere dotati di controlli intelligenti, in grado di ottimizzare i consumi energetici: funzionando a regime durante le ore di lavoro del luogo in cui sono installati e posizionandosi sul basso consumo energetico nelle ore non lavorative.